Edizione 2020

I LUOGHI DEL FESTIVAL

  • Cinema Sociale – via Carducci 2, Omegna
  • Ludoteca – via XI settembre 9, Omegna
  • Museo Tornielli – piazza Marconi 1, Ameno
  • Villa Nigra – piazza Beltrami 5, Miasino


Tutte le proiezioni di Corto e Fieno sono a ingresso gratuito.

Per garantire il rispetto delle norme di sicurezza i posti in sala saranno limitati ed è OBBLIGATORIA LA PRENOTAZIONE per tutte le proiezioni (indicare nome, cognome, numero di telefono, città  di residenza e blocco o blocchi di proiezione a cui si vuole assistere).

È possibile prenotare via email a cortoefienofestival@gmail.com | telefonicamente al 3494517882 (chiamare solo per le prenotazioni, dalle 10:00 alle 12:00, dal lunedì al venerdì).

Prima dell’ingresso sarà rilevata la temperatura corporea (che non deve essere superiore ai 37,5 gradi). L’uso della mascherina è obbligatorio in fila e in sala. Sarà possibile sedersi solo nei posti indicati. Saranno a disposizione igienizzanti per le mani.

La prenotazione dei posti è obbligatoria per garantirsi il posto in sala; solo in caso di posti liberi si potrà accedere senza prenotazione fino a esaurimento.

Tutti i film sono in lingua originale con sottotitoli in italiano e, se segnalato, con sottotitoli in inglese (Eng Sub).

La locandina 2020 è firmata dall’illustratore Luca Di Sciullo (www.lucadisciullo.com), che ha disegnato e animato anche la sigla dell’undicesima edizione.

Ho sempre sentito il mondo rurale come molto vicino a me. Mio nonno, un autentico contadino, scandiva le stagioni con i lavori da fare in campagna. Ogni tanto da piccolo andavo ad aiutarlo e vivevo quei momenti come se fossi all’interno di un film di cui lui era il protagonista. Mi portava a liberare le viti dalle erbacce, a dar l’acqua alle piante, a raccogliere le mele. Di quei momenti ricordo soprattutto gli odori: quello della terra appena arata, delle mele mature e l’inconfondibile profumo del Fiat 505c. Corto e Fieno per me sono due agricoltori, due amici, che al termine di una stancante giornata di lavoro nei campi riposano le braccia e illuminati dal maxischermo si godono un film nella frescura di una serata autunnale.

Programma Corto e Fieno 2020

  • VENERDÌ 2 OTTOBRE
  • SABATO 3 OTTOBRE
  • DOMENICA 4 OTTOBRE
  • DOMENICA 11 OTTOBRE
Cinema Sociale - OMEGNA -  ore 20:30

Presentazione Corto e Fieno 2020


Sezione Germogli

Maestro, Illogic, Francia 2019, 2'


Sezione Frutteto

Excess Will Save Us, Morgane Dziurla-Petit, Francia, Svezia 2018, 14'

Sekool, Stenzin Tankong, India 2019, 14'

Tony and The Bull, John McFarlane, Gran Bretagna 2018, 16'

Willkommen, Bogdan Maraloiu, Romania 2018, 17'

WALKING TOUR OMEGNA PRE/POST INDUSTRIALE  - ore 10:00 - 12:30

a cura di Mastronauta

Prenotazione obbligatoria (whatsapp 3356465599 info@mastronauta.it | costo 10 Euro)

 
Ludoteca – OMEGNA - 15:00

Sezione Germogli

Seed, Dave McKenna, Irlanda 2018, 2’

Spring, Andy Goralczyk, Paesi Bassi 2019, 8’

Nest, Sonja Rohleder, Germania 2019, 4’

The Bird and The Whale, Karol Freeman, Irlanda 2018, 7’

Pouštět draka (The Kite), Martin Smatana, Repubblica Ceca 2019, 13’

Greener Pastures, Céline Heijnen, Paesi Bassi, Belgio 2019, 6’

Manen, Thomas Anglade, Maxime Announ, Lucie Dessertine, Estelle Saint-Jours, Francia 2018, 4’

La sieste (The Nap), Catherine Ricoul, Francia, Germania 2019, 3’

Il mugnaio, suo figlio e l’asino, Luigi Ricca, Italia 2020, 4’

Maestro, Illogic, Francia 2019, 2’

Segue laboratorio per bambini

 
Cinema Sociale - OMEGNA - ore 15:30

Sezione Germogli

Seed, Dave McKenna, Irlanda 2018, 2’


Sezione Frutteto

Tuda, gde net dorog (Where There Are No Roads), Leonid Balanev, Russia 2019, 10’ (Eng Sub)

I Feel Your Eyes, Grégoire Verbeke, Belgio 2019, 25’

Circus Movements, Lukas Berger, Mário Gajo de Carvalho, Portogallo, Germania, Austria, Etiopia 2019, 15’

The Beekeeper, William McGregor, Gran Bretagna 2020, 15’

Deshdentau - L’ultimo tabarkino, Andrea Belcastro, Italia 2019, 19’ (Eng Sub)

 Cinema Sociale - OMEGNA - ore 21:00

Sezione Frutteto

L’infinito, Simone Massi, Italia 2020, 2’

Bustarenga, Ana Maria Gomes, Portogallo, Francia 2019, 30’ (Eng Sub)

Should I Stay or Should I Go, Nils Clauss, Thomas Horat, Svizzera, Corea del Sud 2020, 19’

Breton, Christophe Switzer, Francia 2020, 20’ (Eng Sub)

Cartolina de Momjan, Igor Bezinović, Croazia 2019, 5’ (Eng Sub)

 

Cinema Sociale - OMEGNA - ore 10:30


Sezione Germogli

Nest, Sonja Rohleder, Germany 2019, 4'


Sezione Frutteto

La storia del lupo e della cicala, Filippo Biagianti, Italia 2019, 15'

Kolektyviniai sodai (Community Gardens), Vytautas Katkus, Lituania 2019, 15'

Anna, Dekel Berenson, Gran Bretagna, Ucraina, Israele 2019, 15'

Hydebank, Ross McClean, Gran Bretagna, Irlanda del Nord 2019, 16'

Qu’importe si les bêtes meurent (So What If The Goats Die), Sofia Alaoui, Francia 2019, 23'


Cinema Sociale - OMEGNA - ore 14:30


Sezione Sempreverde

Esplorare un film. Una conversazione di Bruno Fornara su Aurora di Friedrich Wilhelm Murnau

Prenotazione obbligatoria 


A seguire (ore 17:00 circa)

Premiazione dei film in concorso della sezione Frutteto - XI edizione


Museo Tornielli - AMENO - ore 21:00

Proiezione dei film premiati

Fuori concorso 

Il Novarese terra di risaia, Walter Cerutti, Italia 2020, 3’ (a cura dell’Agenzia Turistica Locale della Provincia di Novara)

 Villa Nigra - MIASINO - ore 15:00


Sezione Germogli

Hors Piste, Léo Brunel, Loris Cavalier, Camille Jalabert, Oscar Malet, Francia 2018, 6’

Afsane Kerme Haftvad (The Myth of Haftvad Worm), Asghar Safar, Abbas Jalali Yekta, Iran 2018, 8’

Davochka Ptichka (The Girl-Bird), Ekaterina Nevostrueva, Russia 2019, 7’

Kuldrenett (Golden Reinette), Liis Kokk, Estonia 2018, 3’

Circuit, Delia Hess, Svizzera 2018, 9’

Thermostat 6, Maya Av-Ron, Mylène Cominotti, Marion Coudert, Sixtine Dano, Francia 2018, 5’

Florigami, Iva Ćirić, Croazia, Serbia 2019, 6’

Sosedi (The Neighbors), Valentina Arkhipova, Russia 2019, 6’

Segue laboratorio per bambini e premiazione dei film in concorso della sezione Germogli - XI edizione

Giuria 

La giuria di Corto e Fieno premia i primi classificati di ogni sezione in concorso con uno speciale “ruralès”. Consegna il “Rastrello d’oro” per Frutteto, lo “Zappino d’oro”, Premio Speciale della Giuria dedicato a Maria Adriana Prolo, nata a Romagnano Sesia e fondatrice del Museo Nazionale del Cinema di Torino, l’“Innaffiatoio d’oro” per Germogli e il “Premio SAME tra meccanica e agricoltura” dedicato alla meccanica in ambito agricolo e al documentario d’impresa. Dall’anno scorso ci sono anche il Premio “Best Beast” e il Premio Asilo Bianco. Il pubblico del Festival consegna la “Vanga d’oro”.

Direzione Artistica

Davide Vanotti



Davide Vanotti (1972) collabora a progetti letterari, cinematografici e artistici. Dopo aver studiato Lettere Moderne all'Università di Pavia ha passato alcuni periodi all'estero come scrittore in residenza. Insegna Lettere alle scuole superiori. Co-fondatore di Asilo Bianco, è il curatore di Corto e Fieno e di Fogli/e Scritte. Ha pubblicato la raccolta di racconti "Acqua 2" e il romanzo "La Pietra sopra il Mare". "I diari di Malidor" è il suo blog.

Paola Fornara



Paola Fornara (1985) è laureata in Filosofia con una tesi su Jean-François Lyotard e il cinema. Ha passato diversi periodi della sua vita all'estero e collaborato con il Torino Film Festival e il Torino GLBT Film Festival (oggi Lovers Film Festival). Fa parte del gruppo organizzatore del Cineforum di Omegna. Per anni ha lavorato per una importante etichetta discografica indipendente italiana come capo dell'internazionale e del marketing. Dal 2011 collabora con l’Associazione Asilo Bianco.

Film Premiati




Brotherhood, Meryam Joobeur, Tunisia, Canada, Qatar, Svezia 2018, 25’
Per aver saputo raccontare, con emozionante respiro cinematografico e grande sintesi narrativa, la crisi contemporanea di una famiglia cresciuta sui valori della vita contadina, tra tensioni generazionali, culturali e religiose. Una storia di fratellanza famigliare dalla valenza storica e simbolica universale.




To Plant a Flag, Bobbie Peers, Norvegia, Islanda 2018, 15’

Un racconto fulminante e divertente, di alto livello produttivo, che riafferma con ironia l’orgoglio contadino in un momento storico di ambizioni tecnologiche spaziali.




Viktoría, Brúsi Ólason, Islanda, Usa 2018, 12’

Per aver messo al centro di una storia di irriducibile legame al lavoro e alla vita in fattoria il supporto fatale e fondamentale del mezzo meccanico agricolo nell’attività quotidiana.




Nursery Rhymes, Tom Noakes, Australia 2018, 5’

Un complesso quadro narrativo messo in scena con maestria da un piano sequenza in grado di svelare con un unico lento gesto tutti i dettagli di un dramma intenso.




Lionella, Sergey Borovkov, Russia 2018, 15’

Nel mezzo di un paesaggio suggestivo e surreale composto da frigoriferi e alberi, il corto “Lionella” descrive un muto e irrisolto dialogo tra vecchie e nuove generazioni attraverso l’ironia di un semplice nome.




Amelina, Rubén Guzmán, Argentina 2018, 25′

Per i silenzi di un luogo che travalica il tempo e dà forma all’esistenza di una donna illuminata. Nel film si comprende che il lavoro delle persone, sia manuale sia intellettuale, non è utile solo per il genere umano ma fluisce nella vita incommensurabile di questo pianeta.




Raymonde ou l’évasion verticale (Raymonde or The Vertical Escape), Sarah Van den Boom, Francia 2018, 17’

A una gallina che decide di iniziare a vivere al di fuori del pollaio in cui vigono regole ferree che vogliono imprigionare il suo universo erotico e le sue pulsioni animali. Il suo volo verticale è il sogno di tutte le specie animali che si costringono a vivere dentro a una gabbia morale.

Concorso organizzato insieme alla Comunità Montana di Valle Camonica, ente gestore del Distretto Culturale e di coordinamento del sito UNESCO e dell’area MAB, e al Borgo degli artisti di Bienno
Solenne Triduo dei Morti, Andrea Grasselli, Italia 2017, 14′
Si riconosce in quest’opera una rigorosa attenzione per la messa in scena. L’indagine meticolosa delle tradizioni ha avuto la delicatezza di seguire silenziosamente i gesti secolari che accompagnano il rituale della comunità di Malonno. Attraverso dettagli e particolari il regista coglie l’attenzione dello spettatore portandolo alla sorpresa finale di una scenografia che esalta la spiritualità del luogo e del momento liturgico.

Concorso organizzato insieme alla Comunità Montana di Valle Camonica, ente gestore del Distretto Culturale e di coordinamento del sito UNESCO e dell’area MAB, e al Borgo degli artisti di Bienno
1° PREMIO
I racconti del Re, Daniele Di Sturco, Italia 2019, 20′
Si premia l’attenzione per lo spirito del luogo rappresentato attraverso la presenza viva dell’acqua. Il re diviene il personaggio che anima la vita di Bienno. Il suo sguardo sotto la superficie dell’acqua osserva il lavoro dei biennesi e degli artisti da loro ospitati.
2° PREMIO
Una piccola storia, Aneta Fodorová, Lukáš Prokupek, Italia-Repubblica Ceca 2019, 20′
Si segnala l’abilità nel rappresentare l’elemento naturale che accende lo spirito di un luogo appartato, facilitando la relazione fisica e intellettuale con l’uomo alla ricerca con la propria identità.

Sostieni Corto e Fieno

Abbiamo tanti progetti in serbo per voi, ma abbiamo bisogno del vostro aiuto per realizzarli. Sosteneteci con una piccola donazione.

Newsletter

Copyright © All rights reserved 2020 – Associazione Culturale Asilo Bianco – Codice Fiscale 91009990036

Via Zanoni, 17 – 28010 Ameno (Novara) – Cell. +39 320 9525617 – Privacy & Cookie PolicyCredits